Esplorando la montagna con il mio piccolo: il marsupio perfetto e la mia tecnica a mani libere

Esplorando la montagna con il mio piccolo: il marsupio perfetto e la mia tecnica a mani libere

Come mamma appassionata di trekking, ho sempre desiderato condividere la mia passione per la natura con il mio bambino. Ma portare un bimbo in montagna, soprattutto se piccolo, può sembrare un'impresa ardua. Ecco perché ho deciso di investire in un marsupio porta bimbo e di sviluppare una tecnica a due mani per posizionarlo nello zaino senza fatica.

Scegliere il marsupio giusto:

Non tutti i marsupi sono uguali. Per il trekking in montagna, è fondamentale scegliere un modello ergonomico e robusto, che offra un supporto adeguato sia al bambino che al genitore. Ecco alcuni fattori da tenere a mente:

  • Supporto lombare: Un buon marsupio deve distribuire il peso del bambino in modo uniforme sulla schiena del genitore, per evitare dolori alla schiena e alla cervicale.
  • Regolabilità: Il marsupio deve essere regolabile per adattarsi a diverse corporature e al crescere del bambino.
  • Materiali traspiranti: Durante un trekking, è importante che il bambino non si surriscaldi. Scegliete un marsupio realizzato con materiali traspiranti e con pannelli in rete per favorire la ventilazione.
  • Protezioni per il sole e la pioggia: Se fate trekking in zone soleggiate o con clima variabile, assicuratevi che il marsupio abbia una cappottina parasole e un parapioggia integrati.
  • Tasche e accessori: Un buon marsupio può avere tasche per riporre oggetti come borracce, snack e pannolini.

La mia tecnica a due mani:

Dopo aver provato diverse posizioni, ho sviluppato una tecnica a due mani che mi permette di posizionare il bambino nello zaino senza fatica e senza bisogno di aiuto. Ecco i passaggi:

  1. Posizionatevi di fronte al bambino
  2. Incrociate le braccia e mettete una mano sotto all'ascella del bambino e l'altra nella parte opposta
  3. Sollevate rapidamente il bambino e portatelo dietro alla schiena
  4. Inclinatevi leggermente in avanti
  5. Chiudete lo zaino e regolate le spalline e la cintura in vita.

 

Questa tecnica può richiedere un po' di pratica all'inizio, ma con un po' di pazienza diventerà automatica.

Il mio marsupio preferito:

Tra i tanti marsupi che ho provato, il mio preferito per il trekking in montagna è il 

Buzzidil Facette Standard

 

marsupio ergonomico regolabile | cresce col bambino 3-36 mesi | porto sulla pancia, sulla schiena, appoggio sul fianco | portabebé con chiusure a zaino

Conclusione:

Esplorare la montagna con il mio bambino è un'esperienza meravigliosa che ci ha regalato momenti indimenticabili. Scegliere il marsupio giusto e utilizzare una tecnica sicura per posizionare il bambino nello zaino è fondamentale per godersi appieno l'escursione in tutta tranquillità.

Consigli extra:

  • Prima di partire, assicuratevi che il bambino sia ben vestito e abbia con voi tutto il necessario, come acqua, cibo, pannolini e crema solare.
  • Scegliete un sentiero adatto alle vostre capacità e a quelle del bambino.
  • Fate delle pause frequenti per riposare e far bere il bambino.
  • Monitorate il bambino durante l'escursione e prestate attenzione ai segnali di stanchezza o disagio.

Con un po' di preparazione e la giusta attrezzatura, portare il vostro bambino in montagna può essere un'esperienza divertente e sicura per tutta la famiglia.

 

 

 

SE QUESTO ARTICOLO DI E' STATO D'AIUTO ECCO COME PUOI RINGRAZIARMI

➡️ Seguimi si INSTAGRAM per rimanere aggiornata di tutte le gite.

➡️ Vieni in val d'Ossola con me 

➡️ Se sei un'azienda COLLABORIAMO

Torna al blog

Lascia un commento